Tribunali

Il Servizio dedicato ai Tribunali e alle aste fallimentari, curato dalla Redazione di Area58.

 

 

 

Come pubblicare.
Il servizio svolto da Area58 è di pubblicare notizie relative a vendite giudiziarie, provenienti solo da Tribunali ed altri enti pubblici e privati(Comuni, Concessionari di riscossione tributi, ecc.).

La richiesta di pubblicazione è effettuata direttamente dai professionisti incaricati: custodi giudiziari, curatori fallimentari, professionisti delegati, che devono provvedere all’invio della documentazione indicata in ordinanza (ad es. avviso, perizia, ordinanza, planimetrie, fotografie).

L’invio della documentazione: ordinanza, avviso di vendita, perizia e se disponibili foto e planimetrie dovrà avvenire almeno 5 giorni lavorativi prima del termine ultimo per la pubblicazione, salvo urgenze.

Il servizio non è autorizzato a modificare il contenuto di qualsiasi documento, ma si limiterà ad una sola eventuale modifica di formato della documentazione. In particolare, riguardo al problema della presenza di eventuali nomi e cognomi di soggetti richiamati nella documentazione, la società non può intervenire per la loro cancellazione all’interno dei singoli documenti, nel rispetto del d.lgs, n°196, 30 giugno 2003.

La pubblicazione della documentazione avviene dopo un accurato procedimento di trattamento della stessa al fine della migliore codifica dei dati contenuti nei documenti, ed ogni bando di vendita viene pubblicato entro 45 giorni antecedenti il termine di presentazione domanda rispetto alla prima data di asta presente sull’avviso di vendita.

In caso di documentazione conforme alla pubblicazione ma contenente errori formali rilevati durante l’analisi dettagliata dei documenti, tali da pregiudicare la qualità delle informazioni da pubblicare, lo staff contatterà tempestivamente il richiedente per la risoluzione delle problematiche incontrate. In tal caso la pubblicazione, potrebbe subire dei ritardi rispetto alla data prevista.

Al momento della pubblicazione o il giorno antecedente la prima vendita, il professionista richiedente riceve via e-mail il certificato di avvenuta pubblicazione che conferma il rispetto dei termini di legge.

Modalità di invio della documentazione

Modalità di invio della documentazione

La documentazione può essere inviata tramite:

  1. a mezzo e-mail all’indirizzo: redazione@area58.it
  2. a mezzo fax al numero: 085 9720797
  3. a mezzo posta con raccomandata da spedire a: GAP Informatica Srl – Via Quercia dell’Ompiso, 10/5 – 65019 PIANELLA (PE)
  4. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la nostra redazione al seguente numero: 085 9720025
Comunicazione dell’esito della vendita
E’ a cura del richiedente la comunicazione dell’esito della vendita al fine di poter aggiornare tempestivamente l’esito dell’asta pubblicata sul sito.

La comunicazione potrà essere effettuata:

  • rispondendo direttamente all’e-mail ricevuta assieme al certificato di vendita;
  • inviando una email all’indirizzo redazione@area58.it

In tal modo verranno evitate richieste d’informazione agli uffici da parte degli utenti nei tempi immediatamente successivi alle vendite.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la nostra redazione al seguente numero: 085 9720025

Modalità di fatturazione e pagamento
Il pagamento delle spese di pubblicità è relativo ad ogni avviso di vendita pubblicato e deve essere effettuato prima dell’inserimento in pubblicità. Dovrà essere prodotta copia della ricevuta di pagamento.

Il servizio provvederà alla emissione di fattura debitamente quietanzata, unitamente alla certificazione della pubblicazione.

Si precisa che, dopo l’emissione della fattura, nel caso in cui sia necessario un cambio di intestazione, verrà addebitato un onere aggiuntivo pari a € 15,00 + i.v.a., per rimborso spese amministrative e di gestione della pratica.

Relativamente alle procedure concorsuali, qualora il professionista faccia menzione che la procedura non dispone di fondi liquidi, il servizio emetterà fattura pro-forma pregando il Curatore di attivarsi per permettere l’anticipazione delle spese da parte dell’erario come previsto all’art. 146 D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 in materia di spese di giustizia.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la nostra redazione al seguente numero: 085 9720025

SCARICA MODULO

Come partecipare
L’asta pubblica è utilizzata per la vendita di beni mobili (automobili, mobili, attrezzature ecc.) e di beni immobili (terreni, fabbricati, ecc.); essa può avvenire con o senza incanto. I beni che sono messi all’asta sono stati stimati da un Perito nominato dal Tribunale; prima di partecipare all’asta è bene prendere visione della perizia. L’asta con incanto è quella tradizionale in cui i soggetti ammessi possono rilanciare a voce, aumentando l’ultima offerta di un importo non inferiore al rilancio minimo stabilito nel bando d’asta.

 

Il bene è aggiudicato all’ultimo soggetto che ha rilanciato, se non intervengono ulteriori rilanci.

La vendita senza incanto si effettua presentando un’offerta in busta chiusa, con un importo in aumento sul prezzo base indicato nel bando d’asta.

Se vi sono più offerte il giudice convoca gli offerenti e procede alla gara sull’offerta più alta. Nel caso che un’asta andasse deserta il giudice fisserà lo svolgimento di una nuova asta riducendo il prezzo base. Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie senza l’assistenza di un legale o di altro professionista.

ATTENZIONE

ATTENERSI ALLE CONDIZIONI DI VENDITA PUBBLICATE NEGLI AVVISI DI VENDITA, SU QUESTO SITO.

INFORMAZIONI UTILI
Sarà possibile, prima del versamento del saldo del prezzo di aggiudicazione, richiedere l’eventuale agevolazione dell’imposta di registro (es. per l’acquisto della prima casa). Sono a carico dell’aggiudicatario le spese relative al procedimento di sanatoria delle eventuali violazioni alla legge n. 47/1985 che l’aggiudicatario potrà presentare entro 120 gg.

 

Dopo l’emissione dell’atto di trasferimento.

Sono altresì a carico dell’aggiudicatario le spese relative all’espletamento delle formalità di cancellazione delle trascrizioni di pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie, esclusa l’INVIM che è a carico della curatela.

Richiesta informazioni

Compilare il form a lato.

Richiesta Informazioni Tribunali

9 + 8 =